Con una geniale tassa, Frattini brucerà gli atei ma a costo zero


Il ministro degli esteri Frattini scrive «l’ateismo, il materialismo e il relativismo» sono «fenomeni perversi», caratterizzati da «fanatismo e intolleranza», che «minacciano la società», e vanno pertanto combattuti con un’alleanza tra cristiani, musulmani ed ebrei.
CHE FARE ?

“BRUCIARE GLI ATEI: IPOTESI DI ACCORDO SULLE SPESE”
Roma
Di fronte alle resistenze di seppur pochi alleati e ai dubbi del deputato Casini che proponeva altri sistemi, Frattini sarebbe ormai deciso a giocare il tutto per tutto: “Per liberarci dal flagello dell’ateismo la copertura finanziaria la metto io, poi recupereremo con una geniale tassa”.   Secondo indiscrezioni che trovano autorevole conferma al Ministero degli Interni infatti, i Vigili del Fuoco si sarebbero rifiutati di dar fuoco agli atei “Sono troppi, non creano problemi, non si capisce perchè bruciarli.  Sembra poi che siano i più istruiti e tolleranti” ha detto un funzionario dei VVFF, quindi la necessaria pulizia non sarebbe stata possibile a costo zero.
Frattini però, intanto ha pensato di pagare di tasca sua, ma starebbe pensando a reperire le risorse necessarie contro il male dell’ateismo introducendo una nuova imposta: la <<Tassa sulle cazzate su ateismo e religione>>.   Il piano – apprende l’ANSA – sarebbe già in fase avanzata.   E i tecnici del Tesoro starebbero elaborando un diagramma basato sulle prossime esternazioni dello stesso Ministro degli Esteri che, sommate a quelle contro gli atei del leghista Cè, di Buttiglione, e di Rutelli, e comunque a quelle del 98% dei politici e dei giornalisti del panorama italiano, garantirebbero l’abbattimento di oltre il 30% del debito pubblico.

LE REAZIONI POLITICHE
Bondi avrebbe già detto “Se avanza qualcosa avremo le somme che mancavano per i 215.000 padri Pio necessari per vie e quartieri”.  Dall’opposizione arrivano molti segnali di apertura “È un’ottima occasione per fare politica bipartisan”, dice Bersani, che assicura: “Io, da solo, posso far crescere il Pil dello 0,5% , ma è un po’ tutta la sinistra si è appiattita al clericalismo, senza distinguersi in ciò dalla destra”. Anche Fassino è possibilista: “Siamo pronti a mettere a disposizione le future dichiarazioni di molti del nostro PD, e non è poco”: è dimostrato infatti che i politici italiani invocano la libertà anche di religione, purchè non si tocchino certi dogmi, tra cui quello (infantile, e piace per questo) che identifica “italiano” con “cattolico”.    Comunque Buttiglione già si vanta dicendo “Io ho già contribuito spontaneamente, e in tempi non sospetti” ricordando i suoi commenti contro le proteste che non volevano B16 a La Sapienza.   La Gelmini avrebbe detto “Da Ministro e da mamma, conosco il male che fanno certi atei e non posso rimanere insensibile “; analoghi commenti dalla Meloni.    La Russa poi ha sbottato polemicamente “Lo vedete che non ero solo io a volerli morti !!?  Ora dovete ammettere che le mie reazioni alla sentenza di Strasburgo sui crocifissi non erano esagerate, ma di buonsenso. E pure utili !” (gli agenti della scorta lo guardavano stupidi).   Ancora i tecnici del Tesoro – rivelano alcune fonti – sono ottimisti e ritengono possibile addirittura pensare a ridurre poi le tasse generali !  Insomma, dove non sono arrivate le promesse di Berlusconi, arriva Frattini.

DUBBI DALL’UE MA ANCHE DALLE AGENZIE DI RATING
Quest’ultima ipotesi, tuttavia, lascia perplessi gli economisti ed alcune agenzie internazionali di rating: secondo diversi di questi soggetti infatti, immettere così tanto denaro, e in così poco tempo, nelle casse dello Stato, rischia di produrre vigorosi effetti deflativi.   Analoghe perplessità giungono da Bruxelles, dove il commissario alla Concorrenza, con una nota ufficiale, fa sapere che “in fatto di cazzate su ateismo e religione in genere, l’abuso di posizione dominante dell’Italia è fin troppo evidente”.  Duro il commento di Bossi: “Non è vero, io ne dico parecchie, quasi tutti i giorni, ma vi garantisco che nella Lega la concorrenza è fortissima.  Qui in padania poi, è da anni che pensiamo a questa pulizia”.

1

2

3
[ ispirato e in parte copiato da “Par Condicio” (n.3 – 26 Novembre 2004) –  settimanale di satira bifronte http://www.parcondicio.biz ]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: