Le denunce di una persona coraggiosa: Francesco Carbone


        Mettiti seduto per bene, perché se ascoltando svieni (è possibile!) cadendo ti potresti fare del male.   Ascolta a Radio Time cosa ha fatto il Signor Francesco Carbone, (già segnalato nei miei link) poi pensa a quello che invece fanno il 99,9% dei “lavoratori” (anche in uniforme) e traine  le uniche conclusioni possibili.

Francesco Carbone-400-400

       Carbone denuncia da anni, denuncia tutto, truffe, violazioni alla sicurezza sul lavoro, minacce, tentativi di insabbiamento, malaffare, ma le denunce non hanno seguito.  Ha scritto al CSM, a mille Procure, persino al Ministro di grazia e giustizia Alfano (!), ma non accade niente !!  Addirittura l’On. Lannutti ha fatto una interpellanza parlamentare ma non c’è stato alcun seguito.


SINTESI dell’intervista :

1. Ambiente di lavoro malato

Carbone lavorava per un’azienda con appalti con Poste Italiane; stavano arrivando  nuovi appalti, che implicavano un passaggio di somme dalla ditta subentrante a Poste Italiane, sotto voce di “sanzioni” da pagare.  Ma le sanzioni invece di pagarle la ditta spesso venivano addebitate agli autisti [inventando] (anche per servizi falsi) e la ditta invece di fare sanzione disciplinare (come previsto), in accordo con il sindacato CGIL (!!!) prelevava somme dalle buste degli autisti: ciò si chiama “estorsione”.   Carbone si è ribellato all’andazzo (lo fa 1 lavoratore su 1000, tra cui chi scrive) contestando tutto, Poste non poteva sanzionare gli autisti, allora si inventarono di sanzionare i furgoni: improvvisamente i furgoni cominciarono a rompersi e danneggiarsi, Carbone scopre gli autori, informa l’appaltante il quale ovviamente lo ricompensa …. attaccandolo !

2. Chi denuncia viene attaccato o ignorato

     Venivano imposti lavori che non competevano (competeva a PT) (nei posti di lavoro i lecchini non dicono subito “si”, loro lo fanno e basta, è implicito), Carbone denuncia al sindacato il quale lo premia con … una vertenza !!! (che poi non presenta) per la firma di Manuela Mascalzone (CGIL) !!!!!  Carbone denuncia tutto: ha prove, ore ed ore di audio, filmati, foto, documenti.  Poi gli arrivano delle …. “offerte” per sistemare le cose: Carbone denuncia (dopo aver registrato).  Poi viene contattato da un Carabiniere che intende “prendere” le sue denunce senza farlo esporre troppo: accetta, per 6 mesi, informando sui fatti; stranamente però quando Carbone mostrava video e riproduceva audio, nessuno prendeva nota (!).  L’Ispettorato del lavoro non ha ispezionato (!!), la USL lo ha fatto …. solo dopo minaccia di denuncia di Carbone (!!!). 

3.  M-e-r-d-a

      Stranamente poi si cerca di invitare Carbone a … dimettersi :“Poiché hai preteso questo e quest’altro sulla sicurezza,  … non puoi lavorare”.  Carbone scrive “Io in base al contratto questo lo faccio, questo no”: dopo 2 giorni la ditta lo allontana da Poste Italiane (!!!).    Scrivere “Il contratto mi dice di fare solo questo e questo, questo no” è una cosa che possono fare solo le persone con le palle.   Carbone ha denunciato (con prove filmate video !!!) 11 lavoratori in nero, con dirigenti di Poste Italiane che facevano tesserini falsi (!!!)

4. Lei non sa chi sono io !

          Chi ha legami con la Polizia, non si deve denunciare: e così gli hanno intimato di lasciare le denunce .   Denuncia alla Procura di Verona, alla Guardia di Finanza (49 pagg, 62 allegati, 80 video e 40 foto) : la prende il Procuratore capo di Verona Papalia definendola “Fatti non contenenti reato” (è il “Mod. 45”, che blocca le indagini senza necessità di avvisare il denunciante = archiviazione) (!!!!!).  Ovviamente chi scrive non ha la possibilità di sostenere che quanto dice Carbone sia vero: ma allora perché uno si metterebbe a denunciare tutto (sapendo quanto rischio e peso comporta farlo in ItaGlia) ???  Carbone ha mostrato € 7000,00 di evasione al mese, sfruttamento, lavoratori in nero, poi minacce, vessazioni (cioè la regola del mondo del lavoro, PA inclusa).

Il resto riesce ad essere peggiore.  Chiede visione degli atti in procura e scopre il nulla fatto: allora denuncia penalmente anche il Procuratore, i 2 finanzieri (e carabinieri), e tutti coloro “che hanno omesso, impedito e ritardato ” le indagini: accade il finimondo !!!  Viene spacciato per terrorista !!! Controllato dalla DIGOS !!  Carbone scrive e mezzo parlamento, 3 istanze (Ministero Gr.e Gisutizia, del Lavoro, e Funzione Pubblica (quello di Brunetta l’ignorante))  : nessuna risposta.    Ma Carbone denuncia anche i relativi ministri !!! Scrive a Napolitano (risposta: non è di competenza), al CSM il quale dichiara il falso (!!!!!!!!!) scrivendo che l’istanza è stata valutata (secondo Carbone non è vero), e infine che non è di competenza; la cosa passa ad Alfano.  

      Carbone per anni e per iscritto ha solo cercato di far valere la legge, ha denunciato tutto e tutti: se uno scrive si prende la responsabilità delle sue azioni (non conosco dirigenti che facciano ciò con i loro dipendenti; ovviamente i lavoratori medi anche in uniforme si adeguano al clima del lecca-lecca).

     Il questore Marangone su richiesta di Carbone (al festival della legalità) lo convoca (ma non lo convocano CC e GdF): … lo manda dal capo della DIGOS il quale dice … “non è di nostra competenza”.  Carbone denuncia ancora al Tribunale di Palermo.

Nessuna delle decine di denunce con prove ha avuto seguito:  ma dove sono i giornalisti ?     La RAI ne ha 1.700 (millesettecento), un esercito !!! Sono tutti a reggere i microfoni dell’idiota di turno che crede di essere un politico.  Ieri ad Annozero c’erano 4 politici e 4 giornalisti: un delirio di autoreferenzialità !! Il giornalista X che litiga col giornalista Y : ma che cazzo ce ne frega !!! Parlate di cosa avviene all’esterno di voi !!!  Se Belpietro dissente da Travaglio non me ne frega nulla.


        Ha scritto a tutte (T-U-T-T-E) le redazioni raggiungibili, quasi aver ascolto: eppure telegiornali e stampa riempiono pagine e ore ed ore di notizie !  Si tratta di DIS-informazioni, si tratta di mitragliare 24h no-stop di cazzate, per far si che le persone si interessino solo di certi argomenti, quelli adatti a rincoglionire.      In questi giorni si è scoperto che qualche dozzina di troie si è venduta a Berlusconi: tralasciando che c’è uno spettacolo anche peggiore (le decine di parlamentari anche donne che lo difendono) Francesco Carbone fa una cosa opposta, Francesco Carbone non si vende. Francesco Carbone denuncia tutti.

    Io che scrivo dedico questa storia a tutti quelli che fanno l’opposto di quanto fa Carbone, la dedico alle centinaia di leccac*** che conosco, ai forti con i deboli e sottomessi coi capi, quelli che non dicono mai “no”, in pratica quelli come le troiette di B. solo che prendono molto meno.

11 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. Alessio Lorenzo
    Feb 12, 2011 @ 07:35:01

    Da tempo ormai seguo con interesse la vicenda di Francesco, ed mmiro il suo coraggio e la sua determinazione, ci sono altre realta’ ancor piu sconcertanti, se mi concedete un attimo di attenzione potrei publicarle con la vostra collaborazione.
    Un augurio a Francesco, un ringraziamento per il vostro lavoro e cordiali saluti a tutti Alessio Lorenzo

    Rispondi

  2. massimodangeli
    Apr 13, 2011 @ 20:27:40

    ATTENZIONE : Carbone ha pubblicato la sua auto-inchiesta (visto la carenza di giornalisti con le palle) anche su FaiNotizia : http://www.fainotizia.it/2010/06/10/favoreggiamento-di-lavoro-nero-e-evasione-fiscale-presso-poste-italiane-dalla-guardia-di-

    Rispondi

  3. marco
    Nov 04, 2011 @ 16:02:42

    In tutti gli ambiti lavorativi ti obbligano a tacere, se denunci scorrettezze hai chiuso sei finito,stessa sorte è capitata a me.Se denunci alle autorità nessuno si muove,sembrano tutti in accordo, ma se sbagli tu stai pur certo che paghi subito.

    Rispondi

  4. massimodangeli
    Nov 04, 2011 @ 18:59:50

    E’ proprio così: la mafia è strutturale ai luoghi di lavoro, dove non manca mai quello che gestisce le cose a suo esclusivo interesse. E inoltre appena ti ribelli o scrivi qualcosa sei marcato a vita “Non sta al gioco”; io nei posti di lavoro ho visto tantissima m**da .

    Rispondi

  5. Nino Cento
    Dic 11, 2011 @ 10:52:58

    Francesco , sono uno che come te sta lottando per diritti negati , denunce a piu’ non posso , ma ahime’ !!!!non servono a nulla…. perche con le denunce le istituzione si puliscono il fondo schiena la mattina…… e tu passi per un pazzo . e LORO sono persone per bene….. capisci ??’ vedi ultimi episodi sulla magistratura a reggio calabria e ti rendi conto in che mani siamo. Quindi che dirti se la societa’ civile non si ribella a questo stato corotto e corruttore non avremo mai bene noi poveri disgraziati della strada…….e il merdaio non avra mai fine.

    Rispondi

  6. concettina
    Dic 16, 2011 @ 19:53:16

    ANCHE IO COME FRANCESCO HO DENUNCIATO SINDACI,AVVOCATI,SERVIZI SOCIALI E GIUDICI,HO ALLEGATO LE PROVE CHE IL SINDACO DI CECINA HA GONFIATO IL COSTO DEI LAVORI DELLA CASA DOVE VIVO……..IN TUTTO 12 DENUNCE CON TANTO DI NOMI E COGNOMI,MA PUNTUALMENTE SONO STATE TUTTE MESSE DENTRO UN FASCICOLO CONTRO IGNOTI E FATTE SPARIRE CHISSA’ DOVE……..MA PER ORA NON ARCHIVIATE.
    E’ L’ITALIA CORROTTA CON GENTE DI MERDA A GOVERNARLA.

    Rispondi

  7. Andrea
    Feb 12, 2012 @ 13:55:42

    ANDREA
    ANCHE IO EX SPECIALISTA POSTE ITALIANE NEL TRIVENETO,HO AVUTO PROBLEMI CON LICENZIAMENTO PER CHIEDERE E FAR PRESENTE LE IRREGOLARITA’,HO FATTO CAUSA,HO VINTO MA ALLA FINE MI SONO ESAURITO HO RINUNCIATO,UNO SCHIFO,SONO SENZA LAVORO MA HO CAPITO CHE L’ITALIA E’ UNA ME…

    Rispondi

  8. rita
    Feb 26, 2012 @ 13:23:54

    non capisco come mai siamo in tanti ma tanti a combattere oramai questo tipo di problemi,si sà l’italia è corrotta.corrotta da pochi stronzi, ma perchè ci facciamo mettere i piedi in testa in questa maniera ? perchè ci manca la forza tra vicini di casa o condomini di alleanza e assieme? loro sono pochi e questi pochi sono ricchi e ci fanno fare la fame… e allora perchè stiamo a guardare come ci rendono sempre piu’ in povertà.

    Rispondi

    • massimodangeli
      Feb 26, 2012 @ 18:06:53

      Cara Rita
      grazie per il commento, che soprattutto pone delle questioni essenziali: come unirsi per fare forza ?
      Non ho una risposta immediata; servirebbe molta fatica di coinvolgere tante persone (psicologi, associazioni, avvocati) e fare ADEGUATO rumore.
      Purtroppo è un problema universale, la sopraffazione fa parte della vita umana in ogni ambito (anche nella famiglia) e l’idea che ci siano dei diritti
      è difficile da far capire, soprattutto in Italia. Per lavoro poi molta gente si prostituisce, quindi non mi stupisco.
      Nel link qui sotto ho provato a dare un contributo al problema, certo richiede qualche ora di lettura (54 pagg) ma è gratis, ed è un sicuro passo avanti.
      http://massimodangelipsicologo.wordpress.com/2012/01/23/presentato-alla-camera-studio-sul-mobbing-in-uniforme/
      grazie

      Massimo D’Angeli

      Rispondi

  9. Roberto
    Mag 14, 2012 @ 12:48:01

    Penso sia una questione di referenze. La storia ci insegna che chi forma un gruppo di persone pronte a compromettersi, é il Lider. Senza un Lider, la potenziale forza dei singoli, viene diluita, perció inefficace. I Porci del Potere sanno bennissimo queste cose, per questo hanno fatto fuori, Martin Luter King, MalcomX, J.F.Kennedy etc., la storia, appunto, é piena di esempi.
    La maggiornaza della gente ha, generalmente, idee e principi abbastanza allineati e se unita, potenzialmente é in grado di ribaltare qualsiasi situazione nel giro di poche ore.
    Per fare questo peró ci vuole un punto che faccia convergere tutti gli altri punti. Quel Lider, che motiva la gente a credere, a partecipare e a mettersi in gioco, e soprattutto a fare in modo che questi singoli si sentano protetti e parte di un gruppo reale , non ipotetico; che soprattutto i singoli non sentano di essere i soli ad esporsi. In questo momento, l´unico Lider credibile e che offre idee moderne per cambiare radicalmente i meccanismi viziosi del nostro paese, pensando in forma globale é Beppe Grillo. Diamogli una chanche, penso che per quello che ha fatto e che sta facendo, lo meriti. O avete altri nomi?

    Rispondi

    • massimodangeli
      Mag 14, 2012 @ 19:18:23

      … mah, su Grillo tutti possiamo dire la nostra. Personalmente l’ho molto seguito, iniziative, ho libri, ma dopo 10 anni di vaffa mi ha un po’stufato, poi fa continui riferimenti in senso dispregiativo a malattie, vecchiaia, sesso… insomma: o fai il comico o in quel posto ti ci stai mandando da solo: non sei credibile.
      Il mobbing è un problema socioculturale e richiede una rivoluzione a quel livello; se va bene tra gli buzzurri e pecoroni incivili che sono gli italiani, ci sarà tra 3-4000 anni😉

      grazie del commento

      Rispondi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: