A ja ljublju SSSR: quando i CCCP musicavano l’inno sovietico


 

“La seconda volta Berlino Est ci è entrata negli occhi in un altro modo.  Mentre la prima volta ci era sembrata una messa in scena anticomunista della CIA, allora siamo stati assorbiti dal fascino retrò del posto: le divise, i militari e tutta la simbologia filosovietica.   Quell’attrazione non derivava da una scelta politica … Il filosovietismo ce lo siamo spiegati con il passar del tempo, via via che da fascinazione estetica si è trasformato in visione del mondo …[… che] non aveva non aveva niente a che fare con la politica: l’unico slogan politico era il no future del punk”  (Lindo Gianni Ferretti, 1997).       CCCP punk filosovietico

cccp - in divisa dietro bandiera 

            Qui l’inno dell’URSS (versione musicale), e il rifacimento dei CCCP .

CCCP sito ufficiale ––>

(P.S. In concerto l’8 aprile a Roma, ora prevista 21.00, ora di inizio 23.30 : un ritardo così è la definizione di “cafonata” )

CCCP - stemma auto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: