Ai Parlamentari psicologi gratis, al resto degli italiani …


             Certe volte quello che si vede, che si percepisce, non è la precisa realtà; a riuscirci è utile pensare con la propria testa invece che con quella del “si dice … “, dei colleghi, dei media, della rete (o di chi scrive qui !).   Un po’ di prosciutto negli occhi lo abbiamo tutti.  

        Pensa con la TUA testa.   

PRIVILEGI AI PARLAMENTARI :

Evitiamo qualunquismo, semplificazioni, pensare per slogan, far gruppo sul nulla, è sospetto l’avere una soluzione semplice a problemi complicatissimi (vedi Grillo, che pure di buone idee ne ha), dividere le cose in modo netto e assoluto bianche/nere, e lo sono le generalizzazioni (“sono tutti uguali” o “sono tutti dei ladri”), e l’intenzionalismo (2).    Informandosi più sul lavoro dei parlamentari si scopre che alcuni di loro lavorano moltissimo(3), senza con ciò voler fare la generalizzazione opposta “Sono tutti dei santi”; si vuole avere un quadro con una complessità minima.

       Il Notiziario dell’Ordine degli psicologi del Lazio

OdP indice ritaglio

nel numero 6/2007 informa della Proposta di Legge n. 439  (4) , dell’On. Cancrini ed altri (5) che vuole diritti che sarebbero semplicemente scontati: perchè lo Stato garantisce solo le cure strettamente mediche, mentre nulla attua per la salute psicologica.  Il progetto vuole favorire l’accesso alla psicoterapia ma per tutti, (come avviene per altre prestazioni sanitarie): tramite il personale delle ASL o con psicoterapeuti privati convenzionati (come avviene per radiologie, analisi, ecc.).  Lo Stato paga onerose cure di farmaci, costosissimi interventi chirurgici, ma nulla fa per la sofferenza psichica,  ci considera delle macchine fatte solo di ferro, fili e bulloni.   Nella Proposta si legge :

  la maggior parte delle strutture pubbliche non può permettersi di offrire interventi psicoterapici strutturati ai soggetti che ne hanno bisogno. Il che viene implicitamente riconosciuto, in fondo, dalle assicurazioni di alcune categorie privilegiate (parlamentari,  giornalisti e dirigenti d’azienda) che riconoscono ai loro clienti la possibilità di essere rimborsati per le spese sostenute usufruendo della professionalità di uno psicoterapeuta privato.  Il paradosso che ne risulta è quello per cui la psicoterapia viene rimborsata a quelli che avrebbero la possibilità di pagarsela da sé mentre nessun rimborso è previsto per quelli che non hanno la possibilità di pagarsela.”

Quindi “non piove dove è già asciutto”: i parlamentari guadagnano molto più della media, hanno molti privilegi, servizi e facilitazioni, e non si pagano nemmeno le psicoterapie; nemmeno i loro familiari ! (vedi oltre, e non si capisce cosa c’entri la moglie del deputato Xxxxx con il diritto ad avere un servizio sanitario).   

E alla salute psicologica degli italiani ? i parlamentari ci pensano ? 

Per sintetizzare non c’è immagine migliore di questa :

Alberto Sordi lavoratori pernacchia

Anche i radicali avevano svelato che “275.000 euro paga lo Stato per la psicoterapia ai parlamentari”, una seconda fonte specifica che questi soldi pubblici vanno anche ai familiari di parlamentari: in altre parole se il figlio di Yyyyyy, o la moglie di Xxxxx  fruiscono di uno psicoterapeuta, paghiamo tutto noi, ma se ne fruiscono i restanti 59.999.000 cittadini fuori della casta, se lo pagano.   Questo loro non lo chiamano “razzismo” solo perchè non dicono “sporco negro”, ma cosa cambia ?  Se appartieni ad una cerchia hai un diritto, altrimenti niente.    Una 3^ fonte Stopcensura (che cita Repubblica e Libero, eccezioni di cui prendiamo atto) ha un ottimo grafico :

      Non sappiamo quanti giornalisti abbiano effettivamente questo privilegio a spese di tutti, sembra strano che sia generalizzato; il sospetto di collusione resta tutto in piedi.


(1) Un’altra è la scelta di quasi tutti coloro che si occupando della strage-tabagismo di limitarsi alla sola parte tecnica (medicina), rinunciando a quella sociale e politica.

(2) Chiamo “intenzionalismo” il percepire come importanti solo gli effetti di azioni intenzionali (omicidio volontario, aggressione volontaria): anche qui il fumo fa morti migliaia di volte più degli omicidi.

(3) Es. Radio Radicale o radio GR Parlamento, o leggendo nei siti di Camera e Senato.

(4)  link con il testo del Progetto dal sito Camera deputati   (oppure pdf da qui)

(5) Bafile, Boato, Bucchino, Burtone, Dato, De Zulueta, Fasciani, Francescato, Grassi, Grillini, Lo Monte, Orlando, Palomba, Pellegrino, Sanna, Zanotti, del 4/5/2006 “Disposizioni per l’accesso alla psicoterapia”

1 Commento (+aggiungi il tuo?)

  1. Trackback: Tremonti: “Tutti come sul Titanic”. (infatti anche allora i ricchi si salvarono molto più degli altri) « Massimodangeli's Blog

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: