Giuliano Amato: come danneggiare lo Stato e il ministero dell’interno, e candidarsi a presidente della Repubblica


 

           Giuliano Amato: come danneggiare lo Stato e il ministero dell’interno (ministero dell’Omertà), e candidarsi a presidente della Repubblica … delle banane.

Giuliano Amato ministro-pizza-e-mandolino

           Nel 2008 Giuliano Amato era ministro dell’interno; a causa della sua enorme incompetenza ha danneggiato gravemente una lavoratrice, sottoponendola a violenze, torture, vessazioni, insulti, molestie, mobbing, tanto da renderla invalida: questo già dovrebbe bastare a metterlo nei posti opportuni.    A causa della sua incompetenza venne avviato un processo per mobbing contro il Ministero diretto da Amato: nell’ottobre 2012 il ministero di Amato è stato condannato per mobbing, tra l’altro con prove schiaccianti e con tutte le testimonianze ampiamente concordi con l’accusa: solo di denaro Amato ha causato un danno di € 91.000,00  ; mentre il livello dell’immagine del ministero dell’interno e dello Stato lo lasciamo a chi ha il coraggio di guardare.   Un qualsiasi soggetto di una qualunque realtà del mondo sarebbe preso a calci nel sedere.  Qui in ItaGlia invece la condanna (una condanna storica, la prima) è stata totalmente censurata dai giornalisti e ignorata, nascosta anche dal Presidente della Repubblica Napolitano (vuoi che non sia stato informato di una condanna al ministero dell’interno?), il quale non si oppone alla candidatura “politica” di Amato non a soprammobile, ma a … Presidente della Repubblica.

             Morale ?  Per fare carriera o diventare Presidente della Repubblica, non rubare un cellulare, dieci kg di carne, venti paia di scarpe Nike, sei iPhone, nè 40 ultranotebook, no, devi danneggiare le persone, e causare danni di almeno € 91.000,00 alla collettività.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: