Libro sul crollo russo post-zarista: per capire l’Italia guardandola dall’esterno


                 Essere “Straniero in patria” è lo strumento indispensabile ad ogni sociologo, o studioso di psicologia sociale o tutta, per capire un paese, un contesto.  Tutti siamo vittime della propaganda di ogni Stato; in Italia si è sempre raccontato che “i nostri soldati erano eroi che combattevano per la libertà” : la stessa identica cosa raccontata in ciascuna delle 170 nazioni del mondo.  Non si capisce come abbiano fatto questi eroi a invadere Grecia ed Libia, a gasare i cittadini dell’Eritrea.   

         Insomma è necessario vedere il proprio paese con gli occhi di uno straniero.  Riuscirci al 100% è impossibile, tutti siamo condizionati; riuscirci in parte è molto difficile perché le tue “certezze” saranno stravolte.   

Il crollo russo; dallo zarismo al bolscevismo.  Gayda V.

        Qui ti propongo un espediente per capire l’Italia:  se purtroppo sei nato in italia, allora sarai straniero mentre leggerai questo bello e utile libro di Virginio Gayda  “Il crollo russo: dallo zarismo al bolscevismo(vari formati).   Se ci aggiungi l’ingrediente della scaltrezza e della necessaria sfiducia in ogni Stato  Occhiolino, se ogni tanto ti viene un paragone anche con la tua patria, sei sulla buona strada per capire la forma di alcune radici storiche e sociali dell’attuale autolesionista e tragicomico disastro italiano.  Nel libro troverai la stessa irresponsabilità, il fatalismo, la cialtroneria, la disorganizzazione, le mentalità primitive e familistiche che vedi in Italia.

4 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. Nerio
    Mar 19, 2016 @ 13:07:56

    Il mio discorso è generale, riguarda un certo modo di pensare. Ne ho conosciuti molti di personaggi come te. Usano i problemi dell’Italia come un randello per fare a pezzi … l’Italia. In verità voi, “figli dell’8 settembre”, odiate l’idea stessa di nazione italiana perché vi richiama a delle responsabilità che rifiutate. E’ più facile distruggere che costruire.
    Personalmente odio i mafiosi e i corrotti molto più di voi … ma non mi delizio a leggere o a scrivere le Gomorreidi; vorrei molto più semplicemente annientare questo cancro ripristinando pena di morte e lavori forzati.
    Ed ecco la levata di scudi democratici contro la pena di morte. Perché? Non per amore della vita, ma perché i delinquenti hanno qualcosa di depravato che stimola le vostre fantasie alla Ciprì e Maresco.
    Anche la Russia di oggi ha molti problemi, ma è davvero raro trovare un russo che dica Russia mer….; voi invece gli insulti di questo genere li scrivete sui muri virtuali della rete di interconnessione globale, proprio come i partigiani che col coraggio dei vili scrivevano “Porca patria” sui muri delle città liberate.
    L’Italia è mia madre e la rispetto, anche quando tutto congiura contro di essa. Voi invece la accostate alla carta igienica e alle lordure intestinali perché in fondo, in fondo sguazzare nella morchia vi fa godere.
    Quando poi qualcosa vi disturba, trac … scatta l’accusa dell’ignoranza.
    C’è qualcosa di pasoliniano in tutto ciò, con buona pace dei finlandesi anarcoprogressisti supersapienti in salsa cartaginese …

    Rispondi

    • massimodangeli
      Mar 19, 2016 @ 14:05:26

      ti ringrazio per il commento.
      – Io rispondo solo di me stesso, ma ogni giorno cambio idea, aggiungo qualcosa; comunque non sono un “voi”.
      Circa i comportamenti costruttivi per l’Italia io li metto in atto dal 1999, dedicando ore, settimane, mesi e anni della MIA vita alla collettività e alla comunità italiana (se vedi AAA http://www.ariapulita.org/ http://www.contro-il-tabagismo.it/ ) (l’idea di patria o di nazione non mi piacciono;), i 6-10mila euro che ci ho speso sono la millesima parte del tempo e delle fatiche e frustrazioni che gli dedico: di ringraziamenti ne posso contare sulle dita di una mano, quindi calibriamo un po’ le cose😉
      – Le tue parole puntano l’attenzione sul dito anziché sulla Luna, sporca, che io cerco di ripulire ogni giorno, se serve la polemica la uso, se non serve non la uso, giro l’Italia e il mondo dal 1999 per liberare dal fumo passivo e per difendere i fumatori, gratis per tutti.
      – Un po’ credo di capire il tuo tono. Comunque cadi nel tranello della “patria”, il quale è tutto fuorché razionale, e come al solito guai a toccare la propria comunità, i fatti non contano, l’Italia paese più corrotto in UE non è un problema, il problema è chi lo scrive. Circa i russi che non dicono “Russia m…. ” ti renderai conto che in ogni paese, anche negli USA, esiste la critica, la polemica interna, o (secondo alcuni) l’autocommiserazione. Vuoi i toni patriottici ? Vuoi la sfilata del 2 Giugno ? Vuoi vedere Astrosamantha o sapere che 4/10 italiani pensano che il Sole sia un pianeta ? Circa gli “insulti” non mi riferisco all’Italia ma questa istituzione chiamata “Repubblica italiana” me ne ha inviati fin troppi, fino a sistematiche aggressioni (Violazione domicilio e altri reati e nefandezze): la rispetto ? Danni per centinaia di migliaia di euro a me e a familiari, euro di cui non si vede manco l’ombra: dov’è la patria ? Questione personale o pubblica ? Se poi certe realtà non piacciono ti assicuro che sono il primo a starci male nel rimbalzare da un ufficio a decine di altri per un timbro, o nel percorre strade con buche che sembra Bagdad. Lo vedi riduci che la cosa in uno scontro “noi” VS “loro” (finlandesi) ? Questa visione “noi”-“loro” non porta da nessuna parte; se ho criticato “gli italiani” è stata solo una semplificazione, ma la cultura si può criticare no ?
      il degrado esiste ovunque, idem corruzione e violenze, poi ci sono le graduatorie sul benessere di alcuni istituti di ricerca. poi i gusti soggettivi sono rispettabili e mi spiace aver evocato qualcosa di tuo.
      grazie del commento

      Rispondi

    • massimodangeli
      Mar 19, 2016 @ 16:06:50

      Questa è solo una minima parte del mio lavoro ***gratis*** per l’Italia (https://controtabagismo.wordpress.com/info/curriculum-dellideatore/), ad oggi sono 17 anni di lavoro ***gratis*** non ho mai guadagnato un centesimo, anzi ho speso migliaia e migliaia di euro per l’Italia e gli italiani, ho migliorato la salute fisica e il benessere di 60.000.000 di persone e del paese intero, nel 2005 con varo della Legge Sirchia ho fatto ricevere complimenti da mezzo mondo all’Italia, a me e al prof Sirchia, ho ridotto le spese sanitarie, salvo qualche decina o centinaia di persone l’anno da infarti, cancro, e malattie respiratorie, ho eliminato la costrizione di stare in posti pieni di fumo.
      Chi ha commentato ?

      Rispondi

  2. massimodangeli
    Mar 20, 2016 @ 10:24:02

    scrivi “L’Italia è mia madre e la rispetto”, questa Repubblica Italiana (queste “istituzioni”, che non sono l’Italia intera ma una gran parte) qui invece a mia madre (e a me) non solo non l’ha rispettata, ma l’ha anche aggredita e ripetutamente. Se lo fa un coglione per strada è una cosa in parte privata da parte di un coglione, se lo fa la RI è pubblica , ma il resto cambia ?
    E i danni vanno risarciti, ma qui non ci sono ancora euri e manco scuse.
    Niente retorica quindi, ma fatti. grazie x commenti

    Rispondi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: