I giornali fanno da propaganda, mostrandoci immagini false delle “istituzioni”

 

“  Kelman  e  Hamilton  (1989)  e  Kelman  (2006)  ritengono  che  i  comportamenti disobbedienti siano strettamente legati ad una condizione di autonomia psicologica dell’individuo e siano una conseguenza della percezione di possibili alternative al contesto sociale dominante.

Come si è visto nel primo capitolo, per mantenere e preservare il proprio status, un’autorità deve infatti farsi percepire come legittima dai suoi subordinati; la legittimità non è importante che sia reale ed effettiva, quanto che venga percepita come tale. La legittimità viene mantenuta attraverso la possibilità dell’autorità di definire e codificare la realtà dei suoi membri. Più un’autorità sente che la propria legittimità può essere misconosciuta e minacciata, più essa cercherà di imporre la propria visione della realtà  ”

(Morselli D., Obbedienza e disobbedienza: dinamiche psicosociali per la democrazia, Tesi dottorato 2008)

media italiani PEGGIO nord-coreano - ritaglio

       Chi è che aiuta le mafiose “autorità” italiane a farsi percepire come legittime ? 

  1. I servizi stampa (=propaganda) delle “istituzioni”, costosissimi, piene di migliaia e migliaia di omertosi.
  2. I giornalisti, servili (Italia = 57sima come libertà di informazione), leccapiedi, pronti a riferire “pari-pari” senza critiche e nemmeno un cenno di imbarazzo le veline di qualsiasi “istituzione”.   Travaglio, uno dei pochi critici, ha detto “c’è gente che pagherebbe per vendersi”: i giornalisti si fanno pagare.

   Ogni volta che una testata dice “La polizia ha arrestato uno spacciatore che aveva 12 Kg di hashish” fa propaganda, perché si presta a farci percepire come legittimo questo “Stato”, quando corruzione e degrado non sono solo tra i partiti ma soprattutto dentro tutte le “istituzioni”.   Cioè vero giornalista dovrebbe fare anche inchieste sui comportamenti negativi dell’ “istituzione” che gli ha dato quella velina, altrimenti ce la fa percepire come monolitica, pura e onesta.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: