La scienza non è democratica

1) Umberto Eco “La scienza non è democratica” (intervistato da Massimo Polidoro) Febbraio 2015:

         “…parto dal principio che la medicina «Di Bella» non guarisca (magari non è vero non lo so, non sono un esperto). Il fatto che l’intera comunità scientifica ufficiale abbia detto che si trattava di pseudoscienza nell’ambito dei media non è servito a bloccare il caso Di Bella, ma casomai a far nascere l’ipotesi del complotto accademico.  Quello che ha caratterizzato il caso Di Bella è stata la persuasione, da parte di magistrati e politici, che la maggioranza abbia ragione !

          Il grande difetto dell’opinione pubblica è che siccome la democrazia è una bella cosa, anche la scienza debba essere democratica: è molto difficile spiegare alla gente che la scienza non è democratica !  Quando Galileo parlava era l’unico ! era la minoranza della minoranza, eppure aveva ragione lui.  La scienza è democratica diacronicamente e non sincronicamente; un partito va al potere sincronicamente quando la maggioranza in quel momento vota per lui, la scienza vince  quando nel corso dei tempi, la comunità degli uomini di scienza in fondo si mette d’accordo.  ”

============================================

2) ( stamattina 30/12/13 il programma radio LA CITTA’ NE PARLA ha ripreso la questione della Sperimentazione animale, dando spazio ai soliti animalari; di seguito la mia critica)
– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –
circa la puntata di oggi 
       faccio i complimenti per l’autoreferenzialità, la testata ha dato voce ai soliti ignorantissimi secondo un malinteso senso "democratico" in cui bisognerebbe "ascoltare tutte le voci".      Tra quello che conclude la comunità scientifica e i fonemi del primo invasato c’è un abisso che La città ne parla si illude di colmare.
    Io sono psicologo studio da 24 (ventiquattro) anni tutti i giorni, studio, studio, frequento corsi e convegni in tutto il mondo confrontandomi con scienziati esperti sulla prima causa di morte in Italia ma nessuno ha mai ascoltato il mio parere: invece al primo strillone che si maschera da coniglio e si dipinge le mani di rosso (persone serie!) gli date ascolto: complimenti.
       Adesso per riparare un televisore non andremo in un laboratorio ma chiederemo il parere della LART Lega Anti Riparazione Televisori, dove l’ennesimo cialtrone incompetente DOC troverà spazio nella vs trasmissione spazzatura.      Per riparare un’auto non andremo dal meccanico che da 40 anni fa quel lavoro ed ha una certa competenza, ma faremo un bel salotto con opinionisti di mestiere equamente divisi in "carburatoristi" e "iniezionisti". E perché La città ne parla fa gestire i microfoni e il mixer da dei tecnici che hanno studiato e lavorano in silenzio, invece di dare il mixer alla Brambilla di turno ?
        Anche il mio gatto digita sulla tastiera ma tra quello che produce lui e quello che scrivo io c’è un abisso; quello che producono gli animalari in rete è molto prossimo a quello che produce un animale camminando su una tastiera, ma voi gli date spazio e autorevolezza: complimenti.
          Il programma oggi ha soltanto legittimato l’urlo, con giornalisti come al solito ultratimidi incapaci di qualificare con gli unici aggettivi adeguati i soliti animalari, portando acqua al mulino dell’ignoranza che non può che far restare l’Italia un paese arretrato e provinciale dove non viene nessun ricercatore .
           Ora quando dovremo pagare la tassa RAI chiederemo il parere all’ortolano del mercato rionale oppure al teologo Vito Mancuso, insomma faremo un sondaggio e ci regoleremo di conseguenza.

Dr. Massimo D’Angeli
(psicologo, studioso dal 1990)
=================================
(dal sito del programma)

La storia di Caterina riaccende il dibattito tra animalisti e scienziati sui limiti della sperimentazione animale

Gli ospiti di oggi
– Silvio Garattini, direttore dell’Istituto di ricerche farmacologiche Mario Negri
– Luca Pani, Direttore Generale dell’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA).
– Susanna Tenco, Biologa dell’Università di Genova, malata di sclerosi multipla, si batte contro la sperimentazione animale
– Michela Kuan, Biologa, responsabile Lav del settore vivisezione
– Vito Mancuso, Teologo ed editoriliasta di Repubblica. Autore del best seller L’anima e il suo destino (Raffaello Cortina, 2007). Il suo ultimo libro e’ Io e Dio. Una guida dei perplessi (Garzanti, 2011)

1 Commento (+aggiungi il tuo?)

  1. massimodangeli
    Dic 31, 2013 @ 00:01:11

    (AGGIUNGO)
    si, ma se tu o chiunque deve riparare un TV fa solo una cosa: chiama il tecnico, e non si sogna nemmeno di contraddirlo.
    (mode Lei non sa chi sono io ON) Poiché oltre ad essere psicologo sono anche perito elettronico e ho fatto il tecnico sugli aerei F.104, ti assicuro di sapere che l’elettronica è complicatissima e anche essa con alcune incertezze, ma avendo studiato anche biologia e fisiologia ti assicuro che esse lo sono miiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiillemila volte di più. Quindi se il “praticone” può permettersi di tentare di riparare un TV, non può venirmi a parlare di biologia.
    – NESSUN NESSUN animalaro parla mai di cinescopi, deflessione, bobina degauss, condensatori ceramici, alta frequenza, smagnetizzazione perché non ci capisce un ca***, allora quando l’argomento è 1000 volte più complicato gli animalari devono solo star zitti, e i giornalisti come La città ne parla devono semplicemente evitare di dargli potere; anche se poco oggi glie lo hanno dato.

    Rispondi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: