Silvano Agosti–alcuni suoi pensieri

      Ti senti alienato, solo ? Ti sembra che il mondo va per conto suo, in direzioni che non ti appartengono ?   Soffri inutilmente nei posti di lavoro ? Non credi affatto nel culto del “lavoro” ?  Ti sembra tutto storto, vedi menzogna, vergogne, condizionamenti mediatici, giornalisti leccapiedi, politica-circo, degrado sociale, ignoranza, farse, miti dell’efficienza e delle prestazioni ?   Senti veramente difficoltà a conformarti alle norme sociali ?  Hai il coraggio di andare controcorrente, anche da solo ?

Silvano-Agosti

      Ho trascritto da filmati di Youtube alcuni interessanti pensieri di Silvano Agosti in questa PAGINA ;  dalla pagina puoi scaricare una playlist dei brani inMp3 così da poterli ascoltare come sottofondo.

(quanto) siamo controllati dalla TV ?Chomsky consiglia

   L’unico problema è “quanto  ?” .  Quanto siamo controllati dalla TV ? Chi più chi meno, ovviamente tutti ne subiamo l’influenza; il pericolo c’è proprio quando non ne siamo consapevoli, quando siamo sicuri di ragionare con la nostra testa (mentre in realtà gli argomento sono selezionati dalle TV).

spettatore TV soggiogato e controllato

   Ogni volta che commentiamo argomenti presentate in TV già cadiamo nella trappola, perché implicitamente accettiamo che quell’argomento sia meritevole di commento.    Ad esempio la TV riferisce del comportamento dello zio di Sarah (la ragazza uccisa nel 2010, inizialmente sembrava dallo zio) e uno può commentare “…eh, questo è pazzo, inaudito !!” e altro: si possono fare 1000 commenti più che ragionevoli: ma chi ha deciso che quell’argomento era così importante ??   E’ veramente utile sapere tutti dei (pochi) omicidi scelti dai media ?   Anche qui abbiamo più volte mostrato una realtà chiara ed emblematica: la prima causa di morte in Italia è il fumo; la “ragione” vorrebbe che questo dovrebbe essere un tema molto divulgato.  Poiché accade il contrario, abbiamo già una dimostrazione che gli argomenti sono selezionati non in base alla loro utilità, ma (presumibilmente) per rimbambire le persone, per far leva sui loro bassi istinti (vedi link in fondo).            Poi dalla TV possiamo accettare regole, valori, modi (tutti presentati implicitamente).

     Anche chi non vede mai la TV ne è influenzato, se non altro perché lo è chi lui frequenta: il problema quindi non è farsi influenzare o no, ma quanto ne siamo influenzati; il suggerimento è acquisire consapevolezza di come si è considerati, delle trappole, e Noam Chomsky ci mostra le 10 regole usate dai media per controllarci (tecniche di distrazione di massa).  Conoscerle è utilissimo !